Pagina 1 di 11

Letteratura Poeti Famosi



Che strano.

Che strano

Voglio e posso dir che..
non sei che tu,
parlami e lascia
che il tuo capo non si reclini,
il tuo amorevole sguardo
è ora come l’oscurità,
e solo qualche fugace
nero volatile fuggente
accompagna il mio dire,
ma tu scappa,
io son deluso,
non vedo cieli ne stelle,
non entrare
nel mio incubo fuggi
e non voltarti amore mio,
il tempo è scaduto
e che vuoi che sia
il destino è solo un racconto
e lo si legge al contrario
perché spesso si conosce
la fine e non l’inizio.

Raffaele Feola.

This entry was posted on sabato, ottobre 31st, 2015 at 09:17 and is filed under Poesie D'Amore. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Post a Comment




Security Code: