Letteratura Poeti Famosi



NELLE RETI DEL FRASTUONO dalla raccolta “A Sylvia Plath”

 Scrutano le stelle la grande selva che tutte le gemme nasconde alla speranza.   Cadono i loro occhi su lastre di gelo disseminate sulla scivolosa terra.   Stordita l’anima annaspa nelle reti del frastuono cariche di cupo amore.   05.11.2014 Ciro Sorrentino Share



VANNO I PENSIERI dalla raccolta “A Sylvia Plath”

  Quanto lontane sono le stelle e quanto fredde le vesti che coprono le notti.   Ristagna l’acqua e ghiaccia i sogni incatenati nelle viscere nere sotto le grandi vette.   Vanno i pensieri ancora saltando tra le siepi che si affollano traboccanti di pianto.   04.11.2014 Ciro Sorrentino Share



SULLE SPONDE DEI LAGHI MORENTI dalla raccolta “A Sylvia Plath”

  Su questa terra, amore mio, dissemina infiniti riflessi e dolci i tuoi raggi.   Bionde le tue chiome avvolgano il giardino pieno di miele e liquorose fragranze.   Nel tuo respiro s’aprano i semi gemmando fiorenti steli e piacevole frescura.   Ripiegate le fronde in lieto silenzio ricevano caldo il lavacro della tua pioggia. […]



IL TUO BACIO DI FUOCO dalla raccolta “A Sylvia Plath”

  Nuovo il tuo giorno aprì la notte, mentre l’anima cercava la Luna tra le nere fronde delle arcane macchie.    Follemente l’amore liberò le buie ore prese nell’opacità   di un cielo velato dalle lacrime dolenti.    La tua pioggia asperse la terra per gli alberi custodi dei nidi e del canto risorto alla […]



LA MUTA DISTANZA

  Come la tua cometa va e viene, eterna ed ignota, illuminando  gli universi con anelli di fulgida quiete, così gravito muto nel sonno dei tuoi sogni fatali.   Voglio rimanere nel tuo mondo, avvolgermi nei neri flutti, immergermi  nel silenzio del tuo vuoto – immane è la forza che illumina ogni arco d’orizzonte.   […]



IL NON – TEMPO DELLA VITA dalla raccolta “A Sylvia Plath”

  Ad ogni crepuscolo ascolto il vento e di giorno isso le vele cercando la rotta per la tua vagheggiata isola.   Ma quanti veleni bevo: – lacrime di sirene stillate da alambicchi colmi di inganni e deliranti inquietudini -.   Immane l’angoscia, la disarmonia si riversa in questo spazio dove solo il tuo Verbo […]