Letteratura Poeti Famosi



Non voglio credere.

Non voglio credere.

Volli essere ampolloso nel dire,
ma che agonia nel comprenderti
e raccontare amore mio,
ti amo e poi basta,solo silenzio.

Sono tracotante ed esecrabile,
ma sono solo innamorato
di te tesoro mio ed anelo
nel rubarti affetto e desiderio.

Certo sono insipiente, ma il cuore non sa leggere comprende solo passioni e sussulti idilliaci,tutt’altro che effimeri mesti e logorroici.

È giunto il giorno del Signore,
sento che mi è vicino e Lui
comprende le mie vessazioni,
Lo prego tanto e mi dona pace.

Dimmi che destino avrò
l’incertezza mi turba e rattrista,certo son puerile ma credimi non riesco ad amare.

Raffaele Feola Balsamo.



Auguri.

Ai poeti delle “Perle del Cuore”
vorrei augurare tanta serenità e
tanta pace,oltre tanta allegria in seno alla propria famiglia ed
ai propri cari.Mi ero preparato
frasi speciali, volevo dimostrarvi il mio affetto e la mia stima con parole ad effetto…ma sono caduto ancora nella ripetitività e scrivere la solita frase di rito…
“A U G U R I “
Vi ricordo il mio affetto sincero
e un pensiero speciale alla dott.ssa De Rosis,al dott.Beltrani,al dott. Ciro Sorrentino,ad A.Valdger, a Carmelo e tanti altri.
A tutti v.v.b. con affetto
Raffaele Feola Balsamo
.



DAMMI UN BACIO .

Mi manca la carezza del tuo sguardo ,
il suono della tua voce ,
la tua mano fra i miei capelli …. ,
e mi mancano tutte le favole belle
che mi narravano i tuoi occhi , ieri … ,
oggi …oggi ti allontani da me ,,,,
“” TU “” eri l’imprevisto
in cui avevo sempre sperato quando …
l’ha vita lo presa a calci
“” DAMMI UN BACIO “”
mi si ferma un nodo alla gola
“” e Tu “”
si tu , sei l’ ultimo brivido
che percorre il mio corpo lasciandolo vuoto di te .
sai che importanza eri tu “” non lo sai “”
l ’importanza era che ogni giorno m’ innamoravo sempre di più
“” di Te “”
non è nelle stelle che è conservato il nostro destino ,
“” ma in noi stessi “”
“” DAMMI UN BACIO “”
dovevo dirti le cose che volevi che ti dicessi ,
ma poi mi sono svegliato una mattina
e non c’era più tempo di dirtele ,
sono restate lì sospesi tra il rimorso e l’insoluto ,
in un vortice di ““ se potessi tornare indietro ””
che mi fa brutalmente ricordare
che indietro non si torna mai …
nonostante tutto ciò che è stato …
nonostante tutto
“” DAMMI UN BACIO “”
A volte mi chiedevo quale era il tuo modo di pensare …
forse eri talmente intelligente che non ti capivo ,
“” potrebbe anche essere “”
ovunque mi trovo non avrò più ciò
che realmente eri e sarai sempre …
“” mi mancherai “”
vorrei solo ricordarmi dov’è che ti ho persa …
“” DAMMI UN BACIO “”….l’ ultimo ….

carmine16….06/12/2018



“” E NOI COSI’ “”

Quando voli con la fantasia non ti serve
piú guardare in basso …
mi piace il tuo corpo, ma è la tua mente quella che voglio …
non è libero chi è schiavo del proprio corpo …
più che una donna ,
dentro di te c’è una grande dolcezza di bambina
“” Mi fai bene ! “”
Continua così ed in giorno troverai ciò che hai avuto sempre
senza saperlo … “” di avermi tra le tue braccia , “”
odio perdere tempo
io vivo per dominare l’amore , non per essere schiavo ….
La sicurezza è fascino e il fascino è dominio…
e tu di fascino ne sei avvolta
per molti non sei nessuna , ma per me sei tutto..
Ho sempre lasciato che il caos danzasse dentro di me
e spesso ho ballato da solo …
sono sempre stato insofferente alle regole ,
provavo piacere ad infrangerle…
per contro ho sempre cercato un ordine ,
“” disciplina… “” sono sempre stato ,
e sarò sempre uno sciolto …
Quando si cambia si soffre …
quando si soffre si cambia
e in un attimo puoi toccare il paradiso
e saziare l’ inferno di un amore
ma poi pensi a più tardi ,
a quando un certo giorno freddo di novembre
rientravo in una casa calda e trovavo te
e allora evocavo arcobaleni ,
con brividi e polvere di ali di farfalle …
Non è niente la distanza ,
se mi sei rimasta addosso
a tirare tardi per rubare alla notte quella parte di noi
che abbiamo svenduto di giorno
io e te siamo un aoristo gnomico
che alla fine di questo tempo circolare ci ritroveremo …
“” e noi così “”….
ritorneremo alle origini per guardare avanti …
imparare ad avere fiducia …
perchè è un inferno essere amati da chi non ama …

carmine16…..18/11/2018



Visioni.

Visioni.

Quante volte ho intravisto
il tuo nome lassù…si lassù,
in alto, molto in alto,
confusa fra quelle nuvole
ma nuvole non erano.

Dio mio quanto è alto
il cielo, ed è ancora più su
il Paradiso ed il suo eterno
esistere e tu sei l’eterno fiore
che inaridisce mille e più volte,
e mille più volte risorge.

Io mi accorgo delle tue lacrime, lacrime di pioggia
e di silenzio,silenzio e dolore.

Non fuggire ora sei mia,
ora appartieni a quei sogni
che tanto ho fremuto di avere
e che ho smarrito si smarrito,
sul tracotante e continuo
struggente viale del tramonto.

Raffaele Feola Balsamo



Il mio triste autunno.

         Il mio triste autunno.

 

Eppure questo autunno
giace e mugugna,
io l’adoro e contengo
i suoi sussulti e fervori,
eloquenti e di tenui brame.

 

Lui non conosce passione
solo tinte tiepide e poi rosse,
è così ostinato a volte,
e tenace si flette
ad ogni frutto che sgorga
dai rami dei suoi alberi,
colmi di tristi foglie
che piano piano muoiono
e mai rimpiante.

 

Dimmi amore quale autunno
rende così perfido il mio cuore,
non trovo piu’ il frutto di Adamo ed Eva,
e solo dopo freddi
inverni ricoperti
da un manto bianco
senza fiamme e ardori,
ritrovo desideri e speranze.

 

Chiudo i miei occhi
Inizio il lungo letargo…
son triste e forse…forse
in primavera al mio risveglio
il mio sentimento non sarà
più indifferente ,
ma caldo e pieno d’amore.

 

         Raffaele Feola Balsamo