Letteratura Poeti Famosi



LEI .

Quei ricordi che se chiudi gli occhi li senti ,
li puoi rivivere , restano , Dio se restano ,
e poi arriva il vento , arriva lei ,
e un altro ciao che resta sospeso
tra follate di un vento di mare caldo ,
mentre in lontananza ti arriva
di prepotenza quella canzone
che ti parla di Lei
e tu vorresti solo le sue mani tra le tue.
E la vita continua anche senza di Lei
che oramai siete lontani
da tutte quelle situazioni che vi univano ,
da tutte quelle piccole emozioni che bastavano
e da tutte quelle situazioni
che non torneranno mai più ,
Perché col tempo cambia tutto lo sai
e cambia anche il modo di amare un’ altra ,
hai la netta sensazione di sentirti
fuori luogo in tutti i luoghi ,
nonostante tutto … tu resti ,
con quel nodo in gola che ti toglie il respiro
e non riuscirai a scioglierti
per tutte le volte che ti perderai ,
e non ti ritroverai più fra le sue braccia…
Amarsi è l’imperfezione più desiderata
per essere perfetti insieme e voi eravate l’ imperfezione
che era fuori dal mondo …niente resta uguale .
tranne quei pensieri fissi ,
inchiodati nelle vostre teste ,
e nella tua testa resta solo lei
come un chiodo fisso che nessuno donna
potrà mai fartela dimenticare …..

carmine16…..14/06/2019



AMANTI …

Noi siamo i nostri comportamenti così semplici

che mi basta sentire l’odore che la tua pelle emana

e che conosco ed è sempre meglio di come immagino

ogni volta che ti tocco ,

ho bisogno di blu , di molto blu ,

del blu dei tuoi occhi dove mi perdo

e mi ritrovo nudo senza tempo …

Viviamo un grande amore di passione,

in un’intossicazione carnale ,

siamo due amanti e come due amanti

ci scambiamo messaggi codificati

sui vetri appannati dei nostri aliti d’ amore ,

ci scambiano lettere , poesie hard ,

ma soprattutto foto dei nostri nudi corpi

che senza vergogna mostrano la nostra sessualità …

Amo il tuo corpo e al tempo stesso lo temo ,

lo amo per il senso di libertà che mi dà solo a guardarlo.

lo temo per lo stesso motivo per cui lo desidero

e sai anche che non passo mai oltre ,

ma solo dentro di te , “” SI … “”

Nessuna parola , nessuna lacrima ,

solo respiri a singhiozzi

riempie il vuoto attorno a noi …

tu sei donna di passione e per me

rappresenti l’essenza di femminilità ,,

sei femmina piena di ironia sessuale di piacere

dove ostenti il tuo corpo in una illusoria libertà … ,

lo capisci da come ti guardo , se vedi che ti guardo .

Lo sai , amore mio ,

come faccio sempre a strapparti quelle espressioni

di resa così brutali che mi dimostri sempre

a cui non posso evitare di farti quelle cose oscene

che tanto piacciono immensamente a te ,

a volte mi sento così fuori luogo

che quasi penso sia il posto giusto ,

esibiamo tutto un poco di noi

a essere talmente presi di noi due

da non capire e comprendere

che non ci importa nulla di noi stessi

e che siamo soli amanti … ,

non trovo nulla di volgare

nel tuo nudo corpo

se è spontaneo e naturale … ,

io , m’innamoro sempre di più

a prima vista ogni volta che ti guardo …. ,

siamo amanti e come amanti

viviamo il nostro amore segreto …..

carmine16….07/06/2019



SOTTO LE COPERTE .

E se ti cerco è solo per capire che fine ho fatto ,

la differenza tra quando vuoi qualcosa

e quando sei preda di qualcosa

è tutta in quell’attimo

in cui scegli di lasciarti andare ,

scegliere non è difficile , “”è eccitante , ””

è capire quel momento

in cui la carne vibra di passione

e che la tua e la mia pelle

hanno goccioline molto erotiche …

Quando dico ti amo e senza dire altro

tu ti lasci andare tra le mie braccia ,

mi togli tutto , ma non i sospiri ,

non hai nulla da nascondere

e mi dimostri con le tue carezze

il modo di poterti amarti in libertà ….

Vorrei dirti tante cose , ma resto in silenzio ,

ti guardo con quella voglia di scrivere

sul tuo corpo quando mi piaci ,

lo sai , siamo fatti l’uno per l’altro ,

gli abbracci sono bellissimi ,

ma rimanere attaccati sotto le coperte di più …

“” è bellissimo “”

che voglia di parlarti solo con i respiri ,

spogliami tutto , come tu mi vuoi ,

spegni in me il maledetto vizio di aspettare

quello che tu pensi di fare .

Le ore trascorrono e noi restiamo abbracciati

sotto le coperte , e se ci cerchiamo ancora

è solo per capire che fine abbiano fatto

e nostre anime unite , sappiamo entrambi

che non sono pezzi di pietra

che se ne vanno,

ma pezzi di noi stessi che restano impalpabili

su i nostri nudi corpi indelebili e trasparenti …..

carmine16….15/08/2017



SUONO DI UNA MITRAGLIA …

Gocce di sangue in cocci di cocco
lacrime narcotizzate e disperse
su lastre di marmo ingiallite ,
enormi barattoli di latta bucati
allacciati a un esile corpo di bambino
esplodono nel silenzio muto del dolore ,
gemiti di umori languidi
sfuggiti al chiaro suono di una mitraglia
danzano sulle lingue di un falo
che arde lacerante tra lampi
di un temporale di fulmini ,
mentre il cielo è solcato
da mille strani occhi di luce
che lampeggiando esplodono
in mille pietre rosse
mentre all’ombra delle palme
rosso sangue un neonato
stringe nella piccola mano
una spola di granata …..

carmine16….10/06/2019



Sera, sei una sera malinconica.

           

Sera, sei una sera malinconica.

 

 

Ti ho colta triste sera
con lacrime e poche luci,
sei funerea e ti rincuoro,
ma io piango ormai,
e non mostro,ma quanto
è desolata la tristezza.

 

 

Mia cara son corso
al tuo richiamo anche se
il dolore mi percuote,
il cuore rallenta,
il mio corpo si rivolta,
il sangue fluisce
piano e poi forte,
dimmi mia cara perchè
non brilli questa notte,
la mia anima è fuggita…
povero cuore mio, ma non
penare la vita è mutevole
presto tornerà più forte
e luminoso il tuo sfavillio.

 

Raffaele Feola Balsamo.

 



E ora che più non ci sei

E ora che più non ci sei

che ieri sei andata via senza un bacio

dimmi che devo farne della mia vita?

Se avrò forza verrò a deporre

un fiore sulla tua tomba

piangendo ti parlerò ancora

mi dirai senza voce e poi?

Seguirti e unirmi a te quanto prima

è il solo fine che ora mi resta

ma come e dove ritrovarti

se nell’aldilà non ho mai creduto

e non ho neanche il diritto di morire

per abbreviare l’attesa di raggiungerti?

Nel nulla e nel vuoto imperanti

come dove e quando ritrovarti!

Se da qualche parte tu dimorassi

mi basterebbe pur un vago indizio:

un fischio, un riverbero nel buio assoluto

l’eco del fruscio della tua anima

che solinga vaga nel camposanto

tra croci o fuochi fatui

sarebbe sufficiente per rinvenirti!

Come vorrei crederci estinta amata

come vorrei che tanto si avverasse:

starebbe in piedi l’estrema speranza

abbandonerei la certezza crudele

da tanto in me insinuatasi e cresciuta

che si nasce per morire e poi svanire.

Ah venisse un giorno prossimo un vento

generoso a portare la mia polvere

li dove oggi già la tua l’ha preceduta