Letteratura Poeti Famosi



I TUOI ETERNI GERMOGLI dalla raccolta “A Sylvia Plath”

La primavera è nel tuo sorriso il sole, figlio dei tuoi occhi, adempie il suo fine nutrendosi del tuo fuoco quando soffi la vita sui ceppi che aspettano il vento.   Tu sei l’ape imbiancata di polline, il volto dell’amore che scruta cercando i grani più veri quelli nascosti dalle ceneri che sterili alberi mai […]



L’ultimo sguardo

Ho sperato che le tue radici volessero le mie acque, profonde, perdute negli abissi di questo strano vuoto che ancora chiamiamo realtà.   Ho sperato che le tue mani s’unissero alle mie, che i tuoi steli, delicatamente, dessero un respiro alle mie brucianti chimere.   Vanamente ho sperato, le tue cattedrali sono lontane, su altri […]



Argentei vasi

Fioca e pigra notte, le tue ore scorrono in cupi echi.   Il tuo lento passo consuma i lumi che il cielo accoglie.   La tua corvina linfa è malinconia per gli argentei vasi.   Tra disabitate valli e spoglie dune hai piegato ogni stelo.   19/08/2015 Cinzia de Rosis Share



A PIEDI NUDI SULL’ERBA – dalla raccolta “A Sylvia Plath”

Illumina il crepuscolo un solo pensiero che ha brividi di fuoco.   Allegra una donna danza e canta nelle sfumature di luna.   A piedi nudi sull’erba ripete un ballo da farfalle circondata.   Dolcemente il vento ne sfiora i capelli e il limpido volto di fata.   S’ubriaca la nera terra s’ubriaca l’infelice che […]



LE FOGLIE DEL SALICE – dalla raccolta “A Sylvia Plath”

Sfumano le ombre nel cerchio di fuoco laddove il giorno scioglie lastre di ghiaccio.   Fluiscono veloci giovani stille nell’ampio alveo del ruscello dormiente.   Dimenticato un salice aspetta sereno che la terra si disseti nelle acque di verde luce.   Vinti sono i sassi frantumati sul manto coperto da ciuffi d’erba esultante.   Danzando […]



TRA RETI DI FOGLIE – dalla raccolta “A Sylvia Plath”

S’addensano le nuvole nelle tenebre dei soffocanti abissi.   E vado cercandoti come il fantasma che reclama il suo corpo.   S’infittisce il bosco accerchiando ogni fiore e i ruscelli.   Avanzo tra reti di foglie come fuggendo il giorno sfatto dal buio.   Amore mio, ti cerco, cerco il fuoco celato nel tuo arioso […]