Letteratura Poeti Famosi



PSICRONACA N” 9 . ( RIFLESSIONI FRAMMENTARIE .)

Abissi di tempo presenti e passati scivolano su libri di storia oscurate da falsi critici e scrittori senza verità dove miti e leggende diventano testi per una tesi di una vaga università . Noie di disperazione assenti di sogni dove la realtà si distingue nell’ assurdo sistema di governi senza identità di ideali volume di […]



SGUARDO STRANIERO .

E’ vago il sogno d’ estate che si infrange tra onde senza venti tropicali , lo sguardo straniero su isole bruciate dal sole infiammano la gola arsa , braccia distese nei venti e ricordi su vele strappate lacerano l’ anima irrequieta , lembi di spiagge deserte affogano con i rimpianti l’ ombra figura di un […]



Quanti colori questa pioggia.

Quanti colori questa pioggia. Pensare e vivere e fuggire, a che serve agitar le mani e portar fretta ad un lento destino pigro e distratto, irriverente e uggioso. Quante nubi rosse e gialle, rido e soffio, ma non diradano e diventano nere e sottili, tu ridi ridi pure ma pioverà, e l’acqua sarà verde e […]



I Ricordi del Domani.

I ricordi del domani. Ciao donna del passato che ascoltavi sorridendo i suoni strimpellati di vecchie e rabbiose auto, e il lezzo di quel chiosco di pesce azzurro, che ridere, la mano al naso l’altra nella tua. Ma che gioia nel sapere che più in là c’era la panca dei nostri sogni. Tu annotavi tutto […]



La semina.

La semina Grande semina sul mio agro, nel sacco ho granelli malvagi e le mie stanche braccia con larghi movimenti spargono i frutti su un campo sterile e afflitto, ma son pago. Quando scalpore per un misero raccolto, fiori che non son fiori e grano senza chicchi, ora non avrò più amici ora son povero […]



Lo specchio.

Lo Specchio Grande specchio dalla cornice dorata e stinta, dici di esser stanco di fissare il mio volto, come posso non esserlo io che ne posseggo le fattezze ? Sii paziente, non sempre l’immagine che rispecchi è il mio aspetto, a volte è solo l’enigmatico riflesso di arcane afflizioni. Innanzi a te vani soliloqui bisbiglianti […]