Letteratura Poeti Famosi



NON ODIO , MA PIETA’ !( NEL GIORNO DELLA MEMORIA )

Non odio ,ma pietà ! Gli occhi brillano di lacrime strane , sembrano parole sospese , mute , silenziose e leggere si alzano in un cielo nero …. Non odio , ma pietà ! Le mani tremano ma non hanno paura , sembrano rami recisi da un albero senza foglie che una vampata di fuoco […]



Brandelli di vita.

Brandelli di vita. Vige il timore di una ancestrale paura verso la morte, ma non è il trapasso in quanto tale che incute timore, è la perdita di rivendicare ciò che solo lei ne dispone, e l’uomo rivendica il suo immeritato diritto di temere e dominare il turbamento che ci angoscia e svigorisce. L’uomo possiede […]



Cuore matto.

Cuore matto. Ardito e molesto tal core, come un fiore senza aroma e privo di colore, ne voce ne bellezza e solo con uno sbiadito mostrarsi par dire ciò che nulla può raccontare col solo uggioso silenzio. L’amor privo della parola e solo oblio e brividi sommessi, ma appare solare quello che l’anima obbliga a […]



Cuore ribelle.

  Cuore ribelle. Strani brividi nella mia stolta mente, e privo di pensieri stimolo sprezzante l’ambizione di sontuosi sogni lungo il cammino di una impervia vita fatta di suppliche e smanie, e squallide recite. Chi può sapere i propositi del buon Dio, io ho varcato il limite del mio sapere e son pieno di ansie […]



I FIORI IN ANGOLI PERFETTI dalla raccolta “A Sylvia Plath”

Le ombre delle tenebre solcano il fiume sospeso nell’afa di strane luci. Fra nodi di stillanti foglie e secchi arbusti si vedono taglienti scogli. Le reti dei pescatori si richiudono – altri pesci sono rimasti impigliati. Solo gli uccelli acquatici andranno al lago che riflette il cielo dove Tu regni. Presto il tuo perfetto amore […]



SULLE DORATE SPIGHE DI GRANO dalla raccolta “A Sylvia Plath”

Oh, Sylvia, guarda! I tuoi soli fondono il gelo sulle azzurre e limpide cime dei monti. Si baciano le nubi e spargono gioia nel cielo, limpido specchio dell’inaridita terra. Nel niveo pianto nascono le gioie più belle, le gemme della tua primavera infinita. Resta con me, al varco, mentre le tue divine gocce agitano sfiorando […]