Letteratura Poeti Famosi



RICORDI

Avanza incontenibile il nulla, e da oscuri abissi  si leva una terribile angoscia.   Impossibili distanze si espandono, sublimando gli ultimi ricordi in frammenti d’amore…   …Attimi unici ed estremi, magnificati dagli intarsi del tempo, in sovrumane figurazioni d’immenso.   26.04.2010 Ciro Sorrentino Share



IL VUOTO .

La tua persona e’ corrosa da piccoli rigoli di cenere nera il vuoto e’ in te , numerosi spazi circolari fatti di tenui colori sono nelle palpebre dei tuoi occhi assenti , la tua armonica non emana alcuna parola nel silenzio del mondo , ora incomincia il tuo interminabile viaggio al centro di una bottiglia […]



IL GIARDINO .

LA VIA SI SNODA D’ INANZI AL NOSTRO SOFFRIRE DI VITA , TRA ALBERI FIORITI E ALBERI MORTI ….. SI ALLONTANA E CORRE NEL VENTO D’ AUTUNNO , CORRE A COLMARE UN PICCOLO RETTANGOLO DI VITA VISSUTA , LI ‘ SI FERMA , ASCOLTA E TACE NEL SILENZIO DELL’ AMORE , UN MURO CINGE IL […]



UN SORRISO DI BAMBINA .

CAMBIARE CITTA’ , LASCIARE INDIETRO RICORDI , AMICIZIA E SORRISI , RICOMINCIARE UNA NUOVA AVVENTURA PER RITROVARE NUOVI AMICI , UNA NUOVA CASA , MA IL SORRISO SULLE SUE PICCOLE LABBRA STENTAVA A FIORIRE , MA UN GIORNO TORNANDO DALLA SCUOLA SULL’ USCIO DI CASA C’ ERA AD ASPETTARLA UN PICCOLO CUCCIOLO DI PELI NERI […]



Una giornata qualsiasi

Un’altro triste pomeriggio di lavoro…./Troppa Morte in giro,/troppe anime in pena./La sofferenzza della gente/avvolge anche me,/Il male che sento dentro/è incolmabile…/Persone che piangono per un loro caro,/che fanno domande/però senza risposte./Cosa si può chiedere/o rispondere/davanti alla Morte?/Non c’è più niente da dire…/è il silenzio che da la notizia/e le lacrime che scendono dagli occhi./Quel momento […]



L’ARIA .

Era il battito delle ali di un rondine che ti faceva paura in quelle strette e bianche strade di collina, in quei viottoli contadini  tra vecchie case dimenticate dal tempo sola camminavi scontenta e delusa della tua misera sorte, lunghi brividi ti correvano giù sulla nuda schiena, il freddo nudo della piccola collina ti gelava il […]