Pagina 1 di 11

Letteratura Poeti Famosi



Poiché si dice che tutto venga dal mare

Poiché si dice che tutto venga dal mare
e ognuno poi sempre ritorni
nel luogo dove è nato,
taglia gli ormeggi, scosta
e salpa cuore timoniere!
Sotto voce abbandoniamo
questo attracco di malinconie,
via da questa terra ferma
ricoperta di secce aride
or che alta è la marea.
Addio terra ferma
coste di tenebre
montagne d’angoscia
dinieghi di germogli
pantani e acque morte
deserto di acquafragio
mattatoio di sogni!
Mare, primigenio nascere,
mostrami i tuoi confini,
dal vento mi giunga
nitido con soave eco
ammalio di mitiche sirene;
riflesso dal tuo specchio
io miri biavo firmamento!
Cuore, raccogli la bottiglia
entro cui era scritto il tuo destino
e riscrivilo con penna d’amore
pompa il mio sangue nelle vene
al par di un blando mareggiare
che irrori una proda defunta,
cavalca questi flussi
danza su queste piste glauche
tra le schiume e i fiocchi
di nivei spruzzi
ritrova la felicità del sughero
che sui marezzi fluttua!
Scotomizzato io mi ritrovi
al risveglio in una luce mattutina
non ti smarrire tra fulgori vani
bussola e timone riprendi
segui tra apriche volte
la rette di raggi solari
naviga allo zenit e non voltarti!
Procellarie, portatemi
lontano dalle burrasche.
Spiriti fluenti di Ponto
guidate la mia prima rotta
diretta al sereno di altri giorni..

This entry was posted on martedì, settembre 14th, 2010 at 18:59 and is filed under Poesie D'Amore, Poesie sul Mare. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Post a Comment




Security Code: