Pagina 1 di 11

Letteratura Poeti Famosi



Il mio triste autunno.

         Il mio triste autunno.

 

Eppure questo autunno
giace e mugugna,
io l’adoro e contengo
i suoi sussulti e fervori,
eloquenti e di tenui brame.

 

Lui non conosce passione
solo tinte tiepide e poi rosse,
è così ostinato a volte,
e tenace si flette
ad ogni frutto che sgorga
dai rami dei suoi alberi,
colmi di tristi foglie
che piano piano muoiono
e mai rimpiante.

 

Dimmi amore quale autunno
rende così perfido il mio cuore,
non trovo piu’ il frutto di Adamo ed Eva,
e solo dopo freddi
inverni ricoperti
da un manto bianco
senza fiamme e ardori,
ritrovo desideri e speranze.

 

Chiudo i miei occhi
Inizio il lungo letargo…
son triste e forse…forse
in primavera al mio risveglio
il mio sentimento non sarà
più indifferente ,
ma caldo e pieno d’amore.

 

         Raffaele Feola Balsamo

 

This entry was posted on venerdì, novembre 16th, 2018 at 12:56 and is filed under Poesie D'Amore. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Post a Comment




Security Code: