Pagina 1 di 11

Letteratura Poeti Famosi



Il mare triste d’inverno.

Il mare triste d’inverno.

Placido e triste quel mare d’inverno,
custode discreto
dei nostri sussurri clandestini,
avvolti da invisibili catene
e ricoperti da gelidi vesti.

Tienimi stretto amore,
la vita è breve,
il cielo urla,
canta,
tace
poi fugge,
ma che vuoi che
sia un addio
e solo un commiato
celato da una
ingannevole eternità.

Ma noi non morremo mai,
è troppo forte il nostro desiderio,
egli esalta le nostre esistenze,
dissolve i neri colori dell’anima
e arricchisce di amene
ebbrezze la nostra realtà.

Ama, amami, amiamoci
e poi sia quel che sia,
godiamo di tal piacere,
che l’inganno giaccia languido
fra cose inutili e avvizzite,
ed egli non può più
con la sua crudeltà replicare
i trascorsi e indicibili dolori.

Raffaele Feola Balsamo

This entry was posted on domenica, dicembre 25th, 2016 at 21:16 and is filed under Poesie D'Amore. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Post a Comment




Security Code: