Pagina 1 di 11

Letteratura Poeti Famosi



Buio e silenzio.

Buio e silenzio.

Ritagli di vita e ricordi assidui,
no non posso che dire basta
a ciò che non volli,
e poi giunge uno strano silenzio.

Dimmi amore, quali sono e quali dolori
ebbero a mutare il tuo sorriso
in una strana smorfia di dolore,
fu il tormento di un abbandono
o l’incantesimo di un sogno infranto.

Quanti brividi in quell’addio,
occhi chiusi e mano al petto,
e il giungere di quel canto triste
come fu vero nel descrivere
e raccontare vecchie estasi,
e sciorinare gioie inutili
ed emozionalità affievolite.

Quanto buio indecente nel mio cuore,
solo un opaco e bieco silenzio
ostentano la fine di un tumultuoso
e malinconico inizio,
il tuo sguardo all’ingiù
e il simulacro all’ingordo
e dolente effluvio chiamato…
fine di un amore.

Raffaele Feola.

This entry was posted on venerdì, agosto 21st, 2015 at 23:12 and is filed under Poesie D'Amore. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

2 Commenti

  1. Cinzia de Rosis Scrive:

    “solo un opaco e bieco silenzio ostentano la fine di un tumultuoso e malinconico inizio”.
    Un periodo carico di sofferenza e pena, l’amarezza dell’uomo che rivede la storia vissuta e si accorge di essere avvolto in una stanza dei ricordi, stretto nelle braccia del silenzio.
    In questa stanza deserta e solitaria, il silenzio genera altro silenzio, rappresenta l’inizio di un nuovo monotono e triste andare.
    Con affetto e stima.
    Cinzia de Rosis

    ... on July agosto 22nd, 2015
  2. Cinzia de Rosis Scrive:

    Salve e complimenti per questi dolcissimi versi.
    “solo un opaco e bieco silenzio ostentano la fine di un tumultuoso e malinconico inizio”.
    Un periodo carico di sofferenza e pena, l’amarezza dell’uomo che rivede la storia vissuta e si accorge di essere avvolto in una stanza dei ricordi, stretto nelle braccia del silenzio.
    In questa stanza deserta e solitaria, il silenzio genera altro silenzio, rappresenta l’inizio di un nuovo monotono e triste andare.
    Con affetto e stima.
    Cinzia de Rosis

    ... on July agosto 23rd, 2015

Post a Comment




Security Code: