Pagina 1 di 11

Letteratura Poeti Famosi



Dolce madre

La tua vecchiezza

fragile e nobile

allo sguardo m’appare

 

la stringe il tempo

e si respira nell’aria

d’amore l’assenza.

This entry was posted on venerdì, dicembre 14th, 2012 at 22:15 and is filed under poesie personali. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

1 Commenti

  1. Ciro Sorrentino Scrive:

    “Nella mia casa” e “Dolce madre” due poesie che raccolgono emozioni “vive”, perchè profondamente radicate nell’animo.
    Emozioni forti che mettono in evidenza i due momenti della coscienza: da una parte la razionalizzazione del tempo storico, dall’altra il riconoscimento d’un trascorso felicemente vissuto tra cure ed attenzioni familiari.
    Ecco allora che l’io ripercorre le tappe storche d’un vissuto personale colmo d’affettuosi gesti, ma soprattutto di ricordi indelebili perchè forgiati nel fuoco di un bene vero ed infinito…
    A presto,
    Ciro Sorrentino

    ... on July dicembre 15th, 2012

Post a Comment




Security Code: