Pagina 1 di 11

Letteratura Poeti Famosi



Verdi

Quando dopo ore di chiacchiere, di smetterla mi dicevi

che dovevo zittirmi e avvicinarmi

gli occhi da vicino, guardarmi volevi

che spontaneità nel guardarsi tanto dentro, verdi

 

come un mare cristallino e profondo

dentro cui tuffarsi e perdersi

sentendo il brivido dell’assoluto

perdersi nei tuoi occhi verdi

 

come nel mare dove abbiamo giocato

risa, scherzi e un pò di peccato

dove ti aggrappavi a me per non sentirti indifesa

per poi avvolgerti nel telo perchè avevi freddo, verdi

 

come un prato sereno e sterminato

dove lasciarsi andare e stendersi

sentendo il brivido dell’assoluto

lasciarsi andare nei tuoi occhi verdi

 

come in tutti i prati dove non siamo ancora andati

perchè tempo non abbiamo avuto

perchè quando ci siamo stati

era estate, era inverno, non era primavera, non erano verdi

 

come un cartello dell’autostrada

chissà quale sarai costretta a percorrere ora

come quella che dovresti percorrere per venire da me

come quelle che dovremo percorrere io e te

 

verdi i tuoi, mentre i miei cangianti

non sono come sembrano

non sembrano come sono

e che solo tu davvero li hai capiti

 

verdi, che intesa i nostri occhi

ore a fissarsi silenziosi

ore a comunicare spiritosi

in tutto sono 4, e si mancano

This entry was posted on martedì, aprile 24th, 2012 at 08:38 and is filed under Poesie D'Amore. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Post a Comment




Security Code: