Pagina 3 di 6123456

Letteratura Poeti Famosi



SULLE FREDDE LASTRE DELL’ANIMA dalla raccolta “A Sylvia Plath”

Tu, vita, annichilisci con vani sorrisi, ebbrezze di Luna che sempre gelano pietrificando il sangue.   Guardo le tue arcate, fosche colonne di lucido marmo che tutto sovrastano sprezzanti e impertinenti.   Di notte lasci fantasticare l’animo sfinito, di giorno stringi ogni apparizione negli inquietanti vapori.   Il tuo rimbalzo smorza lanterne e respiri, recando […]



Le parole che non ho pronunciato

Il tuo cuore, donna, è come il luccichio di uno sprazzo di sole tra le nuvole cupe di questa terra persa. Le tue parole, come fulgidi arabeschi si dipanano sull’anima mia rapita e come ali mi circondano col calore del tuo ventre. Se solo le anime degli uomini sapessero immaginare la bellezza soave del tuo […]



La contemplazione del Mistero in “Buffa ombra” di Ciro Sorrentino

Buffa ombra dalla raccolta “a Sylvia Plath”   In questa notte di luna tutto tace – le rose sono seppellite dal silenzio di neve.   Si smorzano le luci sulle pareti dell’anima, assorta e viva nella quiete morente.   Ti sento…   Sento il tuo dolore, la voce del cuore, l’onda di sangue che riempie […]



Follia

  Follia   Quanto silenzio può esserci in un concitato racconto d’amore.   Il lento e ripetitivo fluire dell’acqua allevia e rinfranca piante e bestie e il suo scroscio rimembra i tristi ricordi, con vigore pigio i pugni sul cuore e con il viso rivolto all’insù scaccio gli ignari abbracci di un destino lacero e […]



“Dedicata ad Ana Valdeger”

L’ERBA DI SETA   Non conosco formule, né gli elementi che si mescolano, ricreandoti nel mare invisibile sorto dalla furia di questo sfibrante tempo.   Va e viene questa vita tra luci e ombre, sul tremulo respiro del cuore rabdomante che ti cerca, cerca il tuo dolore che al Tutto ti ha guidato.   Confusi […]



La grande bugia.

  La grande bugia.   Sono fragile io ed il mio “io “ i vaghi fruscii e il muovere delle ombre nella mia anima son come  piccole eternità vissute fra cielo e terra nel limbo dell’attesa di un vano giungere di nuove percezioni, e vivo nell’attesa del giorno della grande risurrezione.   Bevvi latte materno […]