Pagina 3 di 41234

Letteratura Poeti Famosi



vai è tardi

Spio tra i raggi di sole, nuovi colori in un canto d’emozione, tra le danze dei sentimenti, mentre ascolto musiche di vento. Sul mio corpo. Poi sorrisi. Gioie, euforie Provato con te. E ancora… Pianti, serietà, tristezza Ora non mi chiedere amore Se non è presenza, Solo figura Umida come nuvole Fredda come il ghiaccio. […]



Istanze e motivi poetici in “NELL’EBBREZZA DELL’ETERNITÀ” di Ciro Sorrentino

 QUESTO CANTO RIFLETTE IL DESIDERIO DI SUPERARE I CONFINI DELLA VAGHEZZA E DELL’INDEFINIBILE, SVELANDO ALLO STESSO TEMPO LA FRAGILITÀ E LA BELLEZZA DI UNA VITA SPESSO OSCURATA DA UNA SOFFOCANTE E PREVARICANTE REALTÀ:   Si accese la fredda terra, deificando una rosa…, la più fragrante e bella.   C. SORRENTINO IMMAGINA ED OSSERVA IL MONDO […]



Arsenico.

    C’era un veleno mortale che non si poteva ingerire che si chiamava arsenico.     Le sere silenziose assonnate piene di letamai uscendo dalle arene.  Sere tristi cavernicole lontane dal benessere mondano   e le persone nei vicoli sorridevano alla vista dei malati    cosi perì Gesù cristo così solo così monotono come […]



GIOCATTOLO.

C’ E’  UN  GIOCATTOLO LI’  ABBANDONATO IN  QUEL  GIARDINO,  LO  FISSO, ACCANTO  CI  SONO  IO, PERCHE’  E’  COSI’  CHE  MI  SENTO, DESIDERATA,, MANIPOLATA,  POI  DIMENTICATA. QUESTA  STANCHEZZA  MI  TOGLIE OGNI  FORZA,  MI  LASCIIO ANDARE  GIU’  RANICCHIATA,  SPAVENTATA NON  E’  IL  MIO  POSTO, MA  IN  UN  ALTRO  NON  CI  STO, NON  HO  UN  POSTO, VORREI  SCUOTERMI,  […]



L’ AMORE .

Come quella farfallache felice vola in fiore fiore ,così la tua mente vola cercando un pensiero d’ amoreche possa rimaneresempre in te ,seduta ai margini del cuore nell’ alba dei tuoi tormentati giorni cerchi un orizzonte di serenità .Sentimenti delusi repressi in silenzioper il lemto camminoverso amori più limpidi , ma quella tua falsa vernicesi sta sciogliendo sottole carezze dell’anima e  sai già […]



Sul far della sera

Parole necessarie nacquero sul far della sera, il cielo era gabbia alta a limitare il loro volo. Di me parlava il viso che trasudava impegno, parole necessarie che rincorrevano l’aria, e stormiva il tetto di fronde ad arieggiare il mio pallore che rifletteva il bianco della calce. Parole necessarie si adornarono sul far della sera, […]