Letteratura Poeti Famosi



IN MUTA ATTESA dalla raccolta “A Sylvia Plath”

  Fiorii nel bagliore della tua primavera: per la prima volta guardai in ogni direzione.   Come ape impaziente cercai il tuo miele: nutrii il mio cuore della tua mite saggezza.   Restai in muta attesa rapito dal tuo splendore: in te vidi il vero in cui l’universo trasale.   10.11.2014 Ciro Sorrentino Share



LA TUA LUMINOSA CAREZZA dalla raccolta “A Sylvia Plath”

   Tra le nubi d’oriente la tua aurora si è vestita di piacevole rosa: ogni ombra si innalza aperta sopra il mondo seguendo i tuoi veli.   Accolgono i fiori la tua vergine luce che i calici colma con essenza di stella: senza sosta la notte e il giorno vanno cercando la tua luminosa carezza. […]



NELLE IMPRENDIBILI ALTEZZE dalla raccolta “A Sylvia Plath”

 Gira questa terra nel lento giorno cercando bianche le nuvole dell’amica Luna.   Nel profondo cielo si fondono i colori che danno amore alla campana del tempio.   Risplende la cupola che si erge immergendosi nelle imprendibili altezze.   Leggera si dona la pioggia al giardino pieno di favolosi fiori cremisi.   10.11.2014 Ciro Sorrentino […]



NEI FOLTI CANNETI dalla raccolta “A Sylvia Plath”

  Vorrei averti con me sulla terra dove le barche restano ormeggiate.   Per te innaffierei campi di tulipani prendendo l’acqua al lago dei sacri cigni.   Nei folti canneti a notte alta aspetterei la Luna per un bianco bacio.   10.11.2014 Ciro Sorrentino Share



NELL’ALTA MAREA dalla raccolta “A Sylvia Plath”

  Sul disco del cielo si inseguono desolati i giorni e fumose le notti.   Sempre cadono le foglie tra nubi di sabbia sulle verdi acque.   Con muto tocco la rugiada corre delirante su petali di rosa.   Oltre l’orizzonte di luci e ombre la mente cede il suo passo al cuore.   Così […]



PESANTI OMBRE dalla raccolta “A Sylvia Plath”

  Nei tuoi occhi tante volte ho visto l’universo eterno, scienza d’ignoto tutto.   Ancora contemplo le tue pupille meraviglie di luce per le pesanti ombre.   Nell’oscurità della notte il tuo bagliore brucia il vento della dolente foresta.   08.11.2014 Ciro Sorrentino Share